Gli anni più belli, il valore dell’amicizia secondo il film di Gabriele Muccino

Gli anni più belli, il valore dell’amicizia secondo il film di Gabriele Muccino. Uno dei capolavori del regista italiano

Gli anni più belli, il valore dell'amicizia
Gli anni più belli (Foto da Instagram -riscossacristiana.it)

E’ la storia di un’amicizia. Un bene che che va oltre il tempo e che si snoda lungo 40 anni. 40 anni di cambiamenti sociali e non. Di avvenimenti che hanno segnato la storia. Questo e molto altro ancora è il film diretto da Gabriele Muccino, Gli anni più belli. Il cast, beh, davvero eccezionale: ad iniziare dal talento indiscusso di Pierfrancesco Favino; l’estro di Micaela Ramazzotti, la dolcezza di Kim Rossi Stuart e la sagacia di Claudio Santamaria.

E ancora, come non citare la versatilità di Emma Marrone che esordisce con il suo primo ciak da attrice. Interpretazione, la sua, degna di nota. Gabriele racconta la storia di quattro amici: Giulio, Gemma, Paolo e Riccardo. Più che amici, oserei dire. Fratelli non di sangue. Ad unirli è un evento particolare: la quasi scomparsa di uno di loro. Da allora queste vite si incroceranno per sempre. In un turbinio di emozioni con lo sfondo di un’Italia che cambia, che cresce.

Gabriele Muccino, la carriera

Gli anni più belli, il valore dell'amicizia
Gli anni più belli, il cast (Foto da Instagram -riscossacristiana.it)

Alla regia l’ormai internazionale Gabriele Muccino che regala ai suoi spettatori una nuova grande pellicola. Inizia il suo percorso come volontario del Cento Sperimentale di Roma. Abbandona per dedicarsi alla realizzazione di qualche piccolo documentario per la Rai. Questo tipo di linguaggio lo aiuta specialmente agli esordi della carriera. Trova un suo modo di raccontare.

Il 2001 è l’anno della svolta, perché con L’ultimo bacio non può che fare centro. Gabriele si consacra sulla scena. L’Italia ha un nuovo grande regista sugli schermi. I riconoscimenti non tardano ad arrivare. Vola in America dove ha la possibilità di lavorare con alcuni dei più grandi. Will Smith, per citarne uno, nello struggente Sette anime. E ancora, La ricerca della felicità con tanto di candidatura all’Oscar per l’attore.

L’amicizia e la lealtà: Gli anni più belli di Muccino

Gli anni più belli, il valore dell'amicizia
Gli anni più belli, la locandina (Foto da Instagram -riscossacristiana.it)

Il ritorno in Italia segna anche l’inizio di nuove avventure: Gli anni più belli è una di queste. Giulio, Gemma, Paolo e Riccardo sono legati in maniera indissolubile. Quando conoscono Gemma le cose si complicano. E’ bella, sveglia, scaltra. Paolo perde la testa per lei, ma tra i due le cose sono destinate a finire subito.

Trascorrono molti anni e il gruppo si incontra ancora una volta. Sembra essere tutto rimasto lì, a quei pomeriggi d’estate. Gemma torna con Paolo e frequenta Giulio di nascosto. Si perdono nuovamente. Ognuno per le sue. Ma il filo non riesce a spezzarsi. Le strade si incrociano ancora una volta. E ancora, sarà per sempre.