di Fra Cristoforo

.

 

Secondo voi, cosa vorrà significare questo messaggio di Padre Spadaro in riferimento ad una presunta “potenza fluida” della misericordia (https://twitter.com/antoniospadaro/status/962680644789850112) ?

A me sa tanto di qualcosa di viscido, che ha un tutt’altro significato che la Vera Misericordia di Gesù Cristo nel Vangelo…

Pensare a “potenza fluida”…mi sa tanto di buddismo…tipo questa espressione:

Gli esseri, ingannati dai loro sensi, non riescono a percepire la vera natura dell’universo in cui vivono, ossia la sua natura di “miraggio”, illusione, inconsistenza, guizzo impermanente d’energia fluida, ma lo percepiscono come reale e solida la matrice, e così, illudendosi e ingannandosi, continuano a girare all’infinità in questa matrice condizionata, vita dopo vita”(http://iviaggipermare.blogspot.it/2009/02/la-castita-dei-monaci-buddhisti.html).

Anche il neolinguaggio della neochiesa…rivela tanti punti oscuri….molto vicini all’esoterismo…

Che ne dite?

.

fonte: Anonimi della Croce

Share →

12 Responses to Breve appunto: la potenza ‘fluida’ della misericordia – il nuovo linguaggio della neochiesa  –  di Fra Cristoforo

  1. Ferruccio ha detto:

    Chiamatemi conservatore, io adoro la chiarezza. Si vuole dire si, no vuol dire no.

  2. franco ghielmetti ha detto:

    Povero Spadaro, di fluido è il suo cervello che si sta spappolando…e povera misericordia.

  3. Non Metuens Verbum ha detto:

    Citazione azzeccata. Ma io trovo spaventosa anche la copertina del libro menzionato: il Nuovo Mondo, Brave New World, che non ha niente a che vedere con i nuovi cieli dell’Apocalisse. La politica globale… abbiamo proprio bisogno di un papa globalista ? Credevamo che ci bastasse un Papa cattolico.

  4. irina ha detto:

    La massoneria ha un suo esoterismo, quindi nella chiesa massonica l’esoterismo gira e rigira ovunque; un mix esoterico, a scelta. Sono convinti di muoversi nello spirituale ma, si muovono tra le potenze dell’aria ( San Paolo). Qualcuno dovrebbe dirlo loro, sono stati presi per i fondelli ed ora, convinti, vengono a farci perdere la Fede, dandoci ad intendere che pensieri, parole, opere ed omissioni , come sono, sono. Ininfluenti. I nostri modelli sono i Santi, vedi il più recente Padre Pio ma, tanti sono i Santi che hanno avuto doni particolarissimi e meravigliosi. La differenze qual’è? Lì dove c’è una tecnica e morale lassa, lì si trovano i demoni. Lì dove c’è umiltà, sincera devozione e morale tonica gli errori sono più rari. Esistono sempre le prove, gli ‘esami’ per testare il nostro valore. Ognuno di noi quindi deve imparare a discernere gli spiriti, da mille sfumature, meglio chiedere subito, chi sei? E cercare di arrivare alla preghiera continua, anche breve. Senza citare tutto quello che è la norma del buon cattolico. Questo è quanto fin qui ho capito.

  5. Piero Vassallo ha detto:

    i sassi rumoreggiano nella testa dei cattolici modernizzanti

  6. giorgio rapanelli ha detto:

    IL Buddhismo riguarda molto la mente inconscia e il Buddha raggiunge il Nirvana con le sue forze s con le sue tecniche. L’esoterismo generalmente ti porta dietro al paravento che occlude la Conoscenza. Quale Conoscenza? Questo è il Punto. Noi abbiamo Gesù Cristo che ci fa da guida… Con i suoi Sacramenti. I più importanti sono il Battesimo e l’Eucaristia. Il primo di fa diventare una “cellula” del Corpo Mistico del Cristo. La seconda ti nutre del Corpo e del Sangue di Cristo e ti dà il nutrimento spirituale che ti aiuta ad avvicinarti al Regno di Dio. Quale è il problema? Il problema è che tutta questa “misericordia” senza barriere e senza essere meritoria con la conversione (“va’ e non peccare più”) taglia via tutto ciò che la Chiesa ha detto fino ad oggi. Rendendo inutili il Battesimo e L’Eucaristia.

  7. giorgio rapanelli ha detto:

    I quali, se vengono dati a capocchia e non secondo le formule scritte (rimango ancorato senza se e senza ma alle regole Tridentine) , non esistono battezzati regolari e nessuna Eucaristia che fa scendere, per mezzo del sacerdote iniziato, il Cristo, reale col suo Corpo e il suo Sangue. E’, ciò che l’ecumenismo proclamato vuole raggiungere. Perché, se il Cristo non occupa gli spazi nel pianeta, questi verranno occupati da Satana. Che fu cacciato dal Cristo con la sua morte e la sua resurrezione duemila anni fa…

  8. Cesaremaria Glori ha detto:

    Sento puzza di Teilhard de Chardin con quel suo cosmo sfuggente alla comprensione e che è il nulla assoluto ed indifferenziato ove il Cristo sembra essere il punto centrale ed il motore. Un salto acrobatico fuori della realtà che rivela un pensiero gnostico, quasi misterico, da iniziati in altri termini. Meglio stare alla larga da simile pensiero e restare saldi e sicuri nella realtà, che resta l’unico linguaggio adottato dallo stesso Gesù Cristo nella Sua vita terrena.

    • Alessandro ha detto:

      Caro Glori, la invidio. Se lei sente la puzza di Teilhard, si ritenga fortunato. Si è accorto di quel “vita dopo vita” nel finale? Non le ricorda nulla? A me fa invece venire in mente il samsara. Secondo il bramanesimo, il buddismo ed il giainismo, vi è il ciclo di vita, morte e reincarnazioni di ogni essere vivente. Immersi come siamo nell’oceano dell’esistenza, la vita terrena ed il mondo materiale sono solo un eterno susseguirsi di dolore, sofferenza e morte, poiché la realtà è solo maya, cioè illusione. Immerso in quest’illusione, l’uomo conduce una vita e compie azioni irrimediabilmente sbagliate. E così perpetua il ciclo di vita, dolore, morte, rinascita. Ci si può liberare solo con il moksa, cioè lo scioglimento dalle passioni illusorie, che così permette l’ingresso nel nirvana. Se questa è la nuova dottrina cattolica….

  9. Stefano Mulliri ha detto:

    Io non so se la scintilla dal quale è partito tutto, sia la famosa meditazione insieme ai monaci buddisti del superiore dei gesuiti p.Sosa Abascal.
    Una cosa è certa che i gesuiti non sono nuovi a queste imprese pionieristiche dello “spirito” ; ricordo che a Cagliari c’era un padre gesuita che teneva dei corsi di meditazione trascendentale, un sant’uomo senza dubbio. Ma, non ostante qualcuno in curia avesse il mal di pancia poté continuare fino alla fine questa attività.

  10. Luciano Pranzetti ha detto:

    Carissimo Glori, altro che puzza di T. de Chardin! Egli è vivo e lotta unitamente a Satana da quando l’emerito, dopo averlo superlodato e supercitato nel suo INTRODUZIONE AL CRISTIANESIMO, ed Queriniana, lo ha proclamato “Patrono della Pontificia Università Gregoriana”. Un puzzo che si mescola e si appasta con la visione acquariana (New Age) di quel bischero che è Spadaro. Misericordia fluida. Altra frescaccia che tanto ispirerà le bolse omelìe dei bolsi preti.

  11. catholicus ha detto:

    “quel bischero che è Spadaro.” : caro Luciano, ottima questa battuta da perfetto toscanaccio, complimenti ! da parte mia, purtroppo non sono aggiornato sule scemenze che quotidianamente gente come Spadaro, Galantino, Paglia, e ovvimente Bergoglio sparanoa a getto continuo; data la mia non più verde età, ritengo opportuno non perdere tempo con gente come loro, ma preferisco impiegarlo con letture, video et audio di veri cattolici, sia laici che consacrati. Spero che il tempo concesso a questa banda d malfattori della fede venga abbreviato il più possibile (e così prego nel Rosario quotidiano) per evitare la strage di anime che stanno che stanno portando avanti. Dopo, di loro non rimarrà neppure il ricordo : damnatio memoriae. Un caro saluto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili

Breve appunto: la potenza ‘fluida’ della misericordia – il nuovo linguaggio della neochiesa  –  di Fra Cristoforo