Share →

4 Responses to Il caso del Prof. Pietro Marinelli – un comunicato di AESPI – Associazione Europea Scuola e Professionalità Insegnante

  1. Lia ha detto:

    E pensare che siamo ancora in uno stato “democratico” con tanto di Costituzione che sancisce libertà di espressione. Quando gli islamici avranno preso il potere come staremo? Allora si che ci esprimeremo in piena libertà. Mi scusino il termine ma a leggere questi fatti mi viene ………da vomitare, si da vomitare.

  2. Matteo ha detto:

    Ad onore del vero e ludibrio del responsabile (e sono quasi sicuro che si tratta di una donna, visto che oramai le donne preside sono la quasi totalità, all’insegna della par condicio e delle quote rosa) sarebbe interessante
    per completezza di cronaca conoscere nome e congnome del dirigente scolastico difensore del buon nome
    dell’ISIS.

    • Alessandro2 ha detto:

      Dal Corriere della Sera:
      “La vicenda ha provocato la reazione prima della famiglia della studentessa e poi anche della preside dell’Istituto Falcone-Righi di Corsico, Maria Vittoria Amantea, che ha immediatamente aperto una procedura disciplinare […]”

      Donna. O meglio, “uoma”, prodotto terminale della trasformazione sessantottarda della donna cristiana in femminista puzzona.. A pensar male si fa peccato, caro Matteo, ma quasi sempre ci si azzecca.

  3. Graziano Salvadè ha detto:

    …Se l’insegnante avesse criticato il valore del digiuno cristiano, sarebbe stato considerato modello da imitare per mentalità aperta…Certo è triste considerare a che livello di bassezza morale e culturale sia giunta la scuola italiana. ..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili

Il caso del Prof. Pietro Marinelli – un comunicato di AESPI – Associazione Europea Scuola e Professionalità Insegnante