di Luciano Garibaldi

.

S’intitola «Benedetto XVI. Immagini di una vita». Lo ha pubblicato la San Paolo. Lo hanno scritto due giornalisti, Maria Giuseppina Buonanno, inviata del settimanale “Oggi”, e Luca Caruso, responsabile dell’ufficio stampa della Fondazione Vaticana “Joseph Ratzinger – Benedetto XVI”. Il lungo itinerario percorso dai due autori ha inizio l’11 febbraio 2013, quando Papa Benedetto XVI annuncia alla Chiesa e al mondo la sua intenzione di rinunciare al pontificato. Partendo da questo evento, che è nella memoria di tutti, e tornando indietro nel tempo, come in un ideale flashback, i due cronisti raccontano la vita di Joseph Ratzinger, dalla nascita in un piccolo paesino della Baviera, il 16 aprile 1927, all’attuale ruolo di Papa emerito, vissuto nella preghiera presso il monastero “Mater Ecclesiae” in Vaticano.

L’avvincente narrazione è accompagnata da numerose foto, molte delle quali inedite, che ripercorrono le principali tappe della vicenda umana e spirituale di questo “umile lavoratore nella vigna del Signore”: l’infanzia nella Germania degli Anni Trenta, il dramma della guerra e della prigionia, la vocazione sacerdotale, la brillante carriera accademica, la partecipazione al Concilio Vaticano II, l’elezione ad arcivescovo di Monaco e Frisinga, la nomina a cardinale, il lungo impegno come Prefetto della Congregazione per la Dottrina della fede, e, al culmine del suo itinerario religioso, gli otto anni di un pontificato segnato anche da momenti difficili.

Uno straordinario patrimonio di immagini, di ricordi e di testimonianze che ci restituisce tutta la ricchezza umana, teologica e pastorale di Benedetto XVI: come sottolinea, nella breve ma intensa prefazione, padre Federico Lombardi, presidente della Fondazione Vaticana Joseph Ratzinger. «Il volto sereno e regolare del protagonista», scrive padre Lombardi, «ci si presenta nelle diverse età della vita, ma sempre perfettamente riconoscibile nella sua identità, nell’acutezza del suo sguardo: uno sguardo che pare interpellarci continuamente e lasciarci intuire la profondità del pensiero e la limpidezza dello spirito che vengono verso di noi. La narrazione dei novant’anni viene divisa in nove capitoli, dando così un ritmo piacevole e incalzante alla lettura, e aiutandoci effettivamente a ripercorrere quasi un secolo di storia: dalla vita familiare serena nei piccoli centri della natia Baviera; alla tragedia immane della seconda guerra mondiale; alla vocazione e alla formazione sacerdotale; alla scoperta meravigliosa delle profondità della riflessione sulla fede; al gusto dell’insegnamento della teologia; alla chiamata a dare un contributo importantissimo al Concilio partecipandovi in dialogo con i maggiori teologi del tempo; alla collaborazione con Giovanni Paolo II per oltre vent’anni per aiutare la comunità della Chiesa a comprendere, pensare e conservare correttamente la fede».

Qual è dunque il senso più profondo della vita che si racconta nel libro?  Rispondiamo ancora con le parole di padre Lombardi:  «Dato che questa biografia è fatta anche con le immagini, per comprenderlo occorre ancora guardare il volto di Joseph Ratzinger, i suoi occhi. Sono quelli di qualcuno che cerca la verità e che la intuisce. E noi ne cogliamo il riflesso nei suoi occhi come lo abbiamo colto tante volte nelle sue parole. Alla fine, questa verità risplende, per lui e per noi, nel volto di Gesù».

.

Share →

Joseph Ratzinger – Benedetto XVI: novant’anni di immagini e preghiere – di Luciano Garibaldi