z.San_Giovanni_Bosco

.

Mentre l’idillio tra neochiesa e islam, dopo le sceneggiate sacrileghe di domenica scorsa, prosegue con focosa intensità, riteniamo di fare cosa utile a quanti vogliono rimanere cattolici, pubblicando nuovamente le parole chiare, precise, di San Giovanni Bosco su islam e Maometto (già pubblicate su Riscossa Cristiana il 28 marzo 2016).

Le pagine che qui di seguito riproduciamo sono tratte dal libro “Il cattolico istruito nella sua religione”, pubblicato nel 1853 dal sacerdote Giovanni Bosco, dichiarato Santo il 1° aprile 1934 da Papa Pio XI. Nel libro si immagina che un padre, preoccupato dell’istruzione religiosa dei suoi figli, li intrattenga in diverse conversazioni affinché crescano come “cattolici istruiti nella religione”.  Il figlio maggiore è l’interlocutore fisso del padre, facendosi portavoce dei fratelli.

Il quadro che ne risulta è senz’altro desolante per gli spensierati dirigenti della neochiesa, perché il padre immaginato da San Giovanni Bosco si preoccupa di educare i suoi figli alla religione cattolica, arrivando addirittura (terribile!) a spiegare che esiste una sola vera Fede, quella cattolica. Nel testo non si parla né di dialogo, né di omosessualità, né di migranti, né di ecologia, né di mille altre corbellerie oggi tanto di moda.

La cosa però non ci preoccupa perché, come dicevamo sopra, queste pagine sono dedicate anzitutto a quanti desiderano mantenersi nella Fede cattolica. Sono comunque pagine consigliabili a tutti, perché – repetita iuvant – solo chi abbraccia la Fede cattolica può salvarsi. Quindi, a tutti buona lettura.

Paolo Deotto

.

zzzzsnbsc1cop

zzzzsnbsc1

zzzzsnbsc2

zzzzsnbsc3

zzzzsnbsc4

zzzzsnbsc5

zzzzsnbsc6

zzzzsnbsc7

Share →

21 Responses to Le chiare parole di San Giovanni Bosco su Maometto e islam

  1. Alessandro2 ha detto:

    “Nacque Maometto […] di padre gentile e madre ebrea”. Adesso molti tasselli cominciano a combaciare…

  2. Ioannes ha detto:

    L’islam in 15 secoli non ha cambiato il suo metodo per convertire gli “infedeli”, ne ha anzi integrato l’efficacia sfruttando la sciagurata politica immigratoria europea dell’accoglienza indiscriminata (“Vi conquisteremo con il ventre delle nostre donne!”).
    Noi cristiani invece siamo passati dalla medievale reazione delle Crociate all’attuale infamante, idiota, miope calabraghismo, causato dal laicismo che ci sta portando alla distruzione della nostra identità storica, delle nostre tradizioni, della nostra fede.
    Tutto questo con omissis che ci perseguita le orecchie negando l’evidenza con la sua cantilenante: “Non è una guerra di religione…Tutte le religioni vogliono la pace…”.
    Come disse Totò: MA MI FACCIA IL PIACERE!!!

    • Alessandro ha detto:

      Caro Ioannes, occorre avere la pazienza di mettere insieme tutte le tessere del puzzle, e vedrai che poi il disegno diventa comprensibile. Nella preclara Dichiarazione Nostra Aetate puoi leggere che nell’islam, pur non riconoscendo Gesù come Dio, Egli è venerato come profeta, onorando anche sua madre Maria (SS.ma). Inoltre gli “hanno in stima la vita morale, e rendono culto a Dio”. Fin qui, tutto potrebbe andare bene. Ma è proprio in quest’ultima affermazione che sta tutto il nocciolo del problema. CONTINUA

      • Alessandro ha detto:

        A) La loro stima della vita morale è tale che i credenti sono quelli “che si mantengono casti, eccetto con le loro spose e con schiave che possiedono – e in questo non sono biasimevoli (Corano, sura XXIII,5-6); sarebbe il caso che qualcuno ci spieghi che buffonata è quella di una castità che è… tale tranne che un numero imprecisato di donne (di cui l’uomo islamico a quanto pare può disporre a suo uso e godimento).
        B) Uno dei fondamenti della fede islamica consiste nell’affermazione dell’assoluta unicità di Dio, Unico cui rendere culto; ed infatti l’idea che hanno dell’assoluta trascendenza di Allah è tale che affermano “Non dite TRE! Basta!” (Corano, sura IV,171); è facile indovinare a Quale TRE fanno riferimento.

  3. Paola ha detto:

    Bellissimo articolo, caro direttore! Grazie mille.

  4. luciano pranzetti ha detto:

    Abbiamo scoperto che OMISSIS, tra San Giovanni Bosco e l’imam Al Azhar – con cui “ha parlato a lungo di pace” – sceglie senza remore e tentennamenti l’imam. Adesso l’ovile di Cristo è aperto perché divelto il recinto, ed è diventato un supermercato delle confessioni dove ciascuna di esse espone bancarelle di prodotti tipici. Satana ridens!!!

  5. Matteo ha detto:

    Lo si mandi in copia al Sig. Omissis ed affinchè non venga cestinato il plico ma recapitato direttamente al sudamericano, lo si metta in una busta con la mittenza stampata di qualche sinagoga.

  6. Raffaele ha detto:

    Torino/Valdocco, sul luogo della nascita dell’Opera salesiana e dell’antico martirio dei Santi Patroni di Torino (soldati dell’esercito imperiale romano): sulla facciata del Santuario di Maria Ausiliatrice, due altorilievi rappresentano “S. Pio V annuncia la vittoria di Lepanto” e “Pio VII incorona Maria” (attribuendoLe la prodigiosa liberazione dalla cattività napoleonica).
    La Madonna, Ausiliatrice nella lotta umanamente disperata contro i Musulmani e i Massoni.

    Nemici di Cristo fatti della stessa pasta? Non so se il San Giovanni Bosco lo pensasse. Certamente avvicinò fra loro le due tremende aggressioni, e le “impossibili” vittorie

    • Alessandro2 ha detto:

      Della stessa pasta semitica. Specificatamente, entrambi provenienti dalla sinagoga, come scrivevo nel mio primo commento. Direbbe il buon Arbore: meditate gente, meditate…

      • Raffaele ha detto:

        Arbore ha una chiarissima impostazione massonica. Detto questo, grazie per la sottolineatura

        • Alessandro2 ha detto:

          Grazie a lei per la puntualizzazione. Arbore nasce cattolico, poi si è un po’ perso per strada. Da una sua recente intervista: «Sono cattolico, ho conosciuto padre Pio, ho vissuto la malattia dei miei genitori nel suo ospedale. […] Da bambino servivo la messa alla chiesa di Gesù e Maria di Foggia, alle nove del mattino, e per me che ero già allora un nottambulo era una bella fatica. Continuo a seguire i precetti cattolici ma ritengo che si possa comunicare con il Padreterno anche senza seguire la messa. Purtroppo col passare degli anni ci vado quasi solo per i funerali. E quel rito mi fa sentire un po’ più protetto»

          E’ una persona intelligente, magari con la vecchiaia si riconvertirà ad un cattolicesimo un po’ meno “fai da te”.

  7. vittoria ha detto:

    bè, cari amici, questo ” mondo moderno” ci dirà, pur di azzittirci, che Don Bosco è oramai da decenni… superato!
    Invece i seguaci di satana, ignorano che Don Bosco è Verità.
    Loro, poveri illusi senza più nulla da difendere, perché essi stessi son il NULLA.

  8. Mah! ha detto:

    Certo che quando il popolo eletto ha tradito non riconoscendo il Messia, poi non ha fatto che portare tremendi mali sulla terra, pure il maomettismo.. massoneria, marxismo, nazismo, liberalismo, tutti bei frutti dello stesso albero.

  9. vittoria ha detto:

    e in Parlamento è già pronta la legge che sdogana l’incesto!
    E i 5 stelle, delirano dicendo che occorre che il matrimonio sia multiplo; che so 1 donne con tre uomini, 2 uomini con 3 donne, insomma fate voi, eppoi…perché no, si ci potrebbe sposare anche con il proprio animale( cane o qualsivoglia).
    Conclusioni: senza parole.

  10. vittoria ha detto:

    Matteo, Omissis ha talmente la faccia come il … che lo riporrebbe da qualche parte e tanti saluti…
    per continuare indisturbato a vomitare le sue eresie, perché sa che nessuno lo “ferma”.

  11. Gilberto ha detto:

    D. Bosco aveva le idee chiare e come sacerdote e pastore cercare di illuminare le coscienze delle persone. Recuperare questi scritti è veramente interessante e costruttivo. Come ex-allievo salesiano ringrazio chi ha avuto l’idea.

  12. Mathew ha detto:

    I pensieri di Don Bosco sul Mohamto e Ia religione Islamista hanno una chiarezza e precisione eccezionale. E’ necesario per noi tenere caro la nostra fede in Cristo, la via,vita e verita. Pero’ dobbiamo avere sempre un atteggiamento di carita’ cristiana nei nostri raporti con tutte le altre religioni.

  13. Raffaele ha detto:

    Cristiano Allam: “Dialogo con il Musulmano, sempre; dialogo con l’Islam, mai”

  14. saro ha detto:

    devono,avvenire,per redimerci tutti,alla preghiera.a DIO GESU CRISTO.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili

Le chiare parole di San Giovanni Bosco su Maometto e islam