La vittoria, “clamorosa e inaspettata”, di Donald Trump ci invita a riflettere su uno dei maggiori e più diffusi imbrogli, i cosiddetti “sondaggi” e sull’incapacità dell’informazione di regime di vedere la realtà.

di Paolo Deotto

.

ztrumpNon voglio assolutamente mettermi a fare “analisi” del voto con cui gli americani hanno portato alla Casa Bianca Donald Trump. Già ho fatto indigestione di opinioni per radio e sulla stampa. Mi sono risparmiato quelle in televisione, essendo un felice non-possessore del diabolico apparecchio con schermo da ipnosi, chiamato televisore.

Si tratta di un voto americano e non italiano, ergo posso solo fare tanti auguri a Trump e al popolo americano e comunque tirare un sospiro di sollievo perché è svanita l’agghiacciante ipotesi di una valigetta con i codici atomici in mano a una strega abortista.

Accennerò solo alla cosa più umoristica che ho sentito oggi alla radio: uno dei mille santoni intervistati, forse per rimettersi dallo choc, è uscito con questa affermazione: “Non è stata una vittoria di Trump, ma una sconfitta della Clinton”. Boh, contento lui…

Ciò detto, voglio intrattenervi brevemente solo su due cose: l’oscuramento mentale ormai incurabile dell’informazione di regime e l’imbroglio dei sondaggi.

L’informazione di regime

Ci sono due modi per guardare la realtà. La si può guardare per quella che è e da un’osservazione onesta trarre analisi, decidere comportamenti e così via. Se fuori piove, deciderò di uscire con l’ombrello. Banalità? Certo, ma la perdita di capacità di essere “banali” porta poi a combinare pasticci, perché il secondo modo di guardare la realtà è quello di filtrarla attraverso le lenti dell’ideologia, che deformano, modificano, cancellano, fanno di tutto salvo che far capire le cose.

Nelle ultime settimane siamo stati bombardati da un’informazione che ci ha spiegato che Trump era la disgrazia, la catastrofe, il terribile pericolo per l’America e per l’umanità. Non si sa bene perché, e infatti gli argomenti erano debolucci, come l’enfasi su qualche battuta da caserma di Trump sul gentil sesso.

Questa informazione a senso unico era comunque funzionale al regime perché, se ovviamente noi italiani non potevamo influire sul voto americano, dovevamo però essere ben bombardati sulla bontà inenarrabile della presidenza Obama, di cui la Clinton sarebbe stata la continuatrice. Ricordiamoci che il pinocchietto che stipendiamo per fare il Capo del governo era andato di recente a baciare i piedi a Obama, che lo aveva graziosamente gratificato della sua benedizione. Obama è bravo e buono, la Clinton vince di sicuro, Renzi è già stato benedetto dal padre spirituale della Clinton. Ergo, pinocchietto è bravo e buono. Eccetera.

Sono convinto che tra i molti pennivendoli che ci hanno subissato, alcuni fossero anche convinti di ciò che scrivevano, perché a furia di fare i servi si diventa servi. Certo, non abbiamo più le “grandi ideologie” del passato; abbiamo però un’ideologia unica, massificante, tranquillizzante per chi si è rifugiato nella calda tranquillità della rinuncia a ragionare. Si difende il regime, e basta, né si riesce a concepire che il regime possa subire una batosta.

Ora questi, poveretti, sono frastornati, e si gettano nelle analisi. Analizzino pure, ma i dati di fatto sono davanti a tutti.

Nessun organo di informazione, tra quelli che “valgono”, ci ha mai informato sul programma elettorale di Trump. Lo ha fatto un giornalista, a cui va riconosciuto il grande merito di essere un galantuomo, Maurizio Blondet, nel suo articolo Il programma di Trump (che vi hanno nascosto), pubblicato sul suo sito. Guarda caso, leggendo il programma si legge qualcosa di interessante e si capisce anche perché la “grande stampa” non ce l’abbia mai fornito.

L’imbroglio dei “sondaggi”

È francamente un po’ difficile pensare che tutti i sondaggi siano condotti solo da deficienti, anche se questo sospetto è legittimo, visto che i “sondaggisti”, non soddisfatti della figura da cioccolatai fatta sul voto per la Brexit, hanno fatto una tripla figura da cioccolatai dando comunque per certa la vittoria della Clinton (al più di discuteva sull’ampiezza di una vittoria indiscutibile).

Si possono legittimamente ipotizzare due situazioni:

La prima: anche i sondaggi vengono effettuati con le lenti deformanti dell’ideologia e rivolti quindi solo verso le categorie considerate degne di attenzione. Nessun regime è elitario come questo regime “democratico”. Il “campione” su cui effettuare il sondaggio esclude comunque quel popolaccio (ovvero la gran maggioranza della gente), considerato incapace di giudizio e quindi immeritevole di attenzione. Il sondaggio viene effettuato tra il tranquillizzante consenso del radicalume-chic che ha in mano il vero potere. E che si illude di averlo in eterno…

La seconda: il sondaggio è semplicemente una maledetta bufala fatta a tavolino. Del resto, è indimostrabile il contrario e la bufala può essere comunque molto utile perché, si suppone, la gran massa tende a seguire il vincitore, e quindi il vincitore noi glielo confezioniamo in anticipo. Poi però capita, come è già accaduto per la Brexit, che la gran massa si sia stancata di essere presa in giro e rovescia la scacchiera su cui le pedine sono già messe in modo che il bianco vinca in tre mosse. E capita che la gran massa sia così grande da rendere difficile anche il giochetto dei brogli…

Che altro dire? Oltre a ripetere gli auguri al popolo americano e al loro neo-presidente (sperando che non tentino troppo presto di fargli la pelle), le elezioni americane ci confermano in un ammonimento che già altre volte ci siamo permessi di fare agli amici che ci seguono: diffidare, diffidare, diffidare, dell’informazione di regime.

Share →

51 Responses to Motivi di riflessione dalle elezioni americane – di Paolo Deotto

  1. Raffaele ha detto:

    È cio che qualche anno fa era chiamato “l’Ulivo Mondiale”, caro Direttore: l’associazione dei “delicati, ragionevoli, misericordiosi (I care), sognatori”, con il pilastro USA e quello italiano.
    A quel tempo il riferimento italo-romano di tale ambiente era il sindaco Veltroni. Nel 2008 il Los Angeles Times ha riportato un articolo dove lo definisce “la controparte italiana di Obama” (da Wikipedia).

    E chi non era e non è “dell’Ulivo”? Semplice: non essendo né delicato, né ragionevole, né misericordioso, né sognatore, cioè non essendo satanista, è un Sotto-uomo. Dallo scimmione non ha compiuto un percorso verso l’alto, ma verso il basso

  2. claudia ha detto:

    Che sollievo questa mattina! In primo luogo perché la Clinton ha perso. Poi un grazie agli Americani: hanno dimostrato che, nonostante anni e anni di martellamento a senso unico della maggior parte dei media e dei centri di potere, c’è qualcosa nell’essere umano che non è totalmente manipolabile. Questo è bello.

    • Maria Teresa ha detto:

      Grazie, per favore , anche a noi, che seguendo il consiglio di Catholicus ci siamo spesi in rosari. Grazie a Gesù e alla Santa Vergine che ci hanno esaudito, sebbene non ce lo meritiamo. E che Dio ci assista.

    • Flage ha detto:

      Sono proprio tanto d’ accordo, grazie

    • Stefano Mulliri ha detto:

      E si mi unisco anche io, infatti qualche tempo fà venne anche a me l’idea del rosario per spingere Trump, bene abbiamo visto che funziona e quindi continuiamo così.

  3. E’ stata una sconfitta sonante, c’è da guardare con gusto le reazioni dei mondialisti che si strapperanno i capelli in questi giorni.

  4. giorgio rapanelli ha detto:

    Sono stati sconfitti i satanisti: Hillary Clinton, Obama, George Soros, il PD di Renzi, i potentati finanziari, i giornalisti lacchè…

  5. Marco Zanini ha detto:

    Sondaggisti e opinionisti non sopportano la gente comune, quella che lavora sodo e che tira avanti la nazione. Cianciano di democrazia, ma appena il popolo non segue il loro indottrinamento diventa popolaccio, plebe spregevole, gente che giudica ” di pancia”. Lo si è visto con la Brexit, e si è rivisto con le elezioni americane. La Clinton ( ma perché questa paladina dell’ eguaglianza tra i sessi non si presenta col suo cognome, ma con quello del marito ?) sarebbe stata una catastrofe; Trump potrebbe essere una bella sorpresa.

  6. Ioannes ha detto:

    Stavolta i nanetti americani sono usciti dalla miniera, hanno posato le loro picozze e sono andati ad eleggere whitesnow-Trump, il quale ora dovrà stare molto attento alle mele avvelenate che gli porgeranno gli amici della strega-Hillary.
    GOOD LUCK, DONALD!

  7. Leo ha detto:

    La seconda che ha detto, Direttore, la seconda… E inoltre anche io ho avuto, come lei, un certo strano pensiero, mentre guidavo in auto stamane: speriamo che non cerchino di fagli la pelle. Magari con il gesto del solito “matto isolato”. Kennedy docet…. Saluti.

    • irina ha detto:

      Siccome questo pensierino l’abbiamo avuto in tanti, anche se non espresso, cerchiamo di continuare con i rosari e raccomandiamolo alla Santa Vergine Maria che lo protegga e lo aiuti a guardarsi dagli amici e dai nemici. Preghiamo per lui. Tutto il popolaccio preghi per lui speranza, tra poche altre, di tutte le persone sconosciute e silenziose sulle cui teste camminano gli illuminati globali.

      • Giustina ha detto:

        “speriamo che non cerchino di fagli la pelle. Magari con il gesto del solito “matto isolato”. Kennedy docet…”

        presto detto… ecco cosa ha detto questo essere ancora biologicamente vivente, vestito da “prete” …..

        http://www.liberoquotidiano.it/news/sfoglio/12013328/don-giorgio-de-capitani-donald-trump-bastardo-da-ammazzare.html

        Spero che su tutto il putridume sinistroso-satanico-massonico-komunista-mondialista-immigrazionista che da 70 anni okkupa la NOSTRA AMATA ITALIA, scenda il Braccio della Giustizia Divina, tuttavia ciò che mi consola assai è che l’inferno esiste ed è eterno!!!!

      • Catholicus ha detto:

        Stavo guardando in TV le sfilate dei giovani che contestano il risultato elettorale negli USA : niente di nuovo rispetto ai nostri sinistrorsi arroganti e dittatoriali, che non accettano mai la sconfitta e vogliono imporre ad ogni costo la loro idea a tutti. Sono proprio giovani leve della massoneria, veri burattini dei poteri forti, queste giovani anime perdute (vorrei dire morte, morte alla grazia, alla vita eterna). Speriamo che l’america non sprofondi in una sanguinosa guerra civile, ma è d’obbligo difendersi da questi intolleranti dittatori, giovani o vecchi, ricchi o poveri che siano. Christus Vincit, Christus Regnat, Christus imperat !

      • claudia ha detto:

        Approvo in pieno. Anch’io, dopo aver pregato per mesi per la sua vittoria (o per la sconfitta della Clinton) ho iniziato a pregare perché il Signore lo protegga e doni saggezza nel governare a lui e a Putin.
        Sono momenti molto difficili questi e noi, come soldati di Gesù Cristo, non possiamo perdere tempo. Dobbiamo lavorare e pregare, coniugando l’ora e il labora, in modo che il nostro lavoro (di qualunque tipo sia) diventi preghiera offerta a Lui e la preghiera ci animi nel lavoro, sia esso il lavoro professionale o quotidiano che ci tocca eseguire, sia il lavoro in senso generale per la difesa e la promozione della nostra fede. Consapevoli che “se il Signore non costruisce la casa, invano vi faticano i costruttori”.

  8. jack ha detto:

    Io non ringrazio nessuno per la vittoria di Trump come non avrei ringraziato proprio nessuno per la vittoria della Clinton.
    Che la valigetta del codice atomico sia nelle mani di una abortista o di un sedicente cowboy con un stile improponibile, poca differenza fa.
    Infatti nessuno dice che comunque sono marionette che ricevono ordini dalle multinazionali.
    Thomas Jefferson (che non era un comunista vero?) lo diceva ormai quasi due secoli fa: “C’è uno stato sopra lo Stato che non deve rendere conto ai cittadini …”.
    Questo è il problema. Alla TV non lo dicono ne sono sicuro, anche se io non ce l’ho.
    Buona notte a tutti.

  9. Marisa ha detto:

    L’americano comune ha fatto la sua scelta malgrado, anche, l’ignominiosa campagna anti Trump tutta incentrata sulle sue (vere o presunte) molestie sessuali verso le donne.

    Argomento che poteva risultare assolutamente vincente in una nazione dall’animo storicamente e solidamente puritano.

    Il fatto che la maggioranza elettorale si sia smarcata dall’Opinionista Occulto che calava via via i cosiddetti pezzi da novanta la dice lunga su quanto questo popolo sia stufo marcio di obamate ‘democratiche’ e affini.

    Comunque anche un bambino si sarebbe interrogato sulla veridicita’ di quelle ‘testimoni’, vere Piche della Mirandola, a cui sono sovvenuti (gratis?) fattacci di trent’anni prima, curiosamente mai denunciati alla polizia.

    Ammessa e non concessa la veridicita’ dei fatti, vien da chiedersi – non per malizia – se le signore e signorine non fossero molto gratificate, all’epoca, dalle attenzioni dell’economicamente potentissimo Trump.

  10. Feder ha detto:

    caro Direttore, citerò quanto detto da due personaggi diametralmente opposti tra loro e da noi. Il primo è Costanzo Preve, ateo e neo-marxista, il quale riferendosi a Umberto Eco e alla folta banda dell’intelligenza rossa, progressista, radicale, libertina e del pensiero debole, li ha definiti avvelenatori di pozzi, gente che pur di legittimare la propria pochezza e i disagi interiori ha inventato la filosofia del malessere e della negatività. Aggiungeva Preve, oggi viviamo in un tempo dove le casalinghe, gli studenti, gli operai…l’uomo comune tra tutti, sono più capaci e intelligenti degli intellettuali!
    L’altra citazione, proprio di questi giorni, è di Clint Esatwood, che a fronte della ridicola campagna degli hollywoodiani, cantanti, intellettuali, uomini e donne dello spettacolo pro Clinton ha detto: la società statunitense è un’accozzaglia di fighetti!
    Forse Eastwood non è addentro alla realtà italiana, condizionata dai sciuscià e dalla cultura ‘alta’ dei rossi, che a forza di leccare non riescono a cogliere neanche i paradossi. Figuriamoci i cambi epocali.

  11. Alessandro2 ha detto:

    Grazie per il sapido articolo. Non avendo la TV, si è perso il più bello: la faccia dei giornalisti di tutti i tg. Abbacchiati a dir poco.
    Chiedo a tutti, ringraziandoli per il coro di preghiere che evidentemente ha funzionato, di continuare a pregare, affinché Trump giunga vivo all’appuntamento di gennaio. E perché nel frattempo la morente bestia sinarchica obamiana non ci propini qualche mortifera sorpresa.

    • Catholicus ha detto:

      se dovessero assassinarlo scoppierebbe una rivolta mai vista negli USA, una seconda guerra civile, stavolta non tra Nordisti e Sudisti, ma tra le truppe dei massoni bugiardi e dittatori e il popolo stufo di essere preso per i fondelli da gente come la Hillary, distruttori dei valori e della civiltà occidentale cristiana. Che Dio ce ne scampi e liberi. E da noi, se dovesse vincere il NO e Mattarella facesse un governo Renzi bis? che succederebbe ? veramente siamo vicini ala redde rationem tra le forze infernali che governano il mondo e le forze del Bene, che di sicuro vinceranno, ma dopo una dura lotta dato che Lucifero ed i suoi innumerevoli corifei (laici e religiosi) non demordono, si spezzano ma non si piegano.

  12. ulysse ha detto:

    Non si puo’ votare familiari stretti di un ex presidente e chiamarla democrazia, gli americani lo hanno capito e i veri sconfitti di queste elezioni sono i Clinton e i Bush. Fa bene Deotto a essere prudente su Trump perche’ ancora deve venire allo scoperto. Certo e’ che molti americani si sono ritrovati di fronte a due candidati entrambi poco graditi, io stesso avrei preferito Ted Cruz, ma la situazione di disaffezione e esasperazione scaturita da un’aspra campagna elettorale e’ da imputare in massima parte agli otto anni di Obama, Presidente che ha ampliato ancor piu’ il distacco tra la politica e la gente, tra Washington e l’America rurale. Auguriamoci che Trump possa fare bene aspettando le giravolte di Bergoglio che ha gia’ etichettato il candidato non cristiano.

  13. Cristiano doc ha detto:

    Calma amici
    Adesso comincia la guerra.
    Ieri la Germania ha dichiarato che adesso i rapporti con USA saranno più difficili.
    Mai e poi mai le oligarchie massoniche accetteranno la sconfitta.
    Speriamo solo che Trump si dimostri un buon presidente
    E che non lo facciano fuori prima…..

  14. Lia ha detto:

    Anch’io ho tifato per Trump. Speriamo che sia come lo abbiamo creduto. Certo un cattivo pensiero in me si fa largo: E’ strano che coloro che manovrano le elezioni si siano lasciati sfuggire questa occasione. Ma ora speriamo solo che si comporti da presidente come ha promesso.
    Comunque l’abortista, pro gay ecc.ecc. Clinton è fuori gioco e speriamo lo rimanga.

  15. AICI ha detto:

    ‘Uccide’ più un lungo abbraccio che un breve attacco. Dal breve attacco si può uscire vincenti o meno ma un lungo abbraccio non ti lascia scampo. Trump è uscito indenne dal breve attacco ma soccomberà dall’abbraccio ‘amorevole’ di quelli del sistema che sino a ieri l’avversavano e che ora sono corsi a lodarlo. Donald si è già ammorbidito proprio quando doveva rilanciare: se non lo fa ora che ha il sostegno del paese; lo farà a fine mandato quando probabilmente non avrà più la maggioranza in entrambe le camere per le elezioni di medio termine?!? Vediamo se manterrà le promesse fatte ai pro-life ma dubito che cambierà qualcosa dato che i Repubblicani eletti non condividono la politica del futuro presidente!

  16. Mario ha detto:

    Può darsi che le spiegazioni qui date per l’errore dei sondaggi siano giuste. Non le metto in discussione. Io non credo molto ai sondaggi in generale. In ogni caso, perché essi siano minimanente attendibili, occorre non solo che il campione sia rappresentativo, ma anche che le dichiarazioni degli intevistati siano sincere. Una possibile spiegazione dell’insuccesso dei sondaggi su Trump è che gli intervistati si siano vergognati di dichiarare il proprio voto per un personaggio così imbarazzante, organizzatore di concorsi di miss Universo, e fruitore delle miss partecipanti, con una visione della donna principalmente come oggetto sessuale, evasore fiscale con vari espedienti per 18 anni, fautore del diritto alle armi, favorevole a una politica fiscale vantaggiosa per i più abbienti, al protezionismo più marcato nei rapporti commerciali internazionali, e così via. Non c’è nulla di nuovo. E’ quel tipo di retorica che nel secolo scorso ha provocato grandi disastri. E’ l’antico confronto fra retorica e persuasione razionale.

    • sestolese ha detto:

      La persuasione razionale sarebbe rappresentata dalle Femen che si spogliano nei seggi o dalle dichiarazioni della sig.ra Ciccone?

  17. Vittoria ha detto:

    i mass media hanno tentato in tutti i modi possibili,di fare un bel lavaggio del cervello…
    ma,NON CI SONO RIUSCITI!!!!!!!!!
    Quando si dice: il diavolo fà le pentole ma ha dimenticato i coperchi!
    Auguri a Donald Trump, alla faccia di quella satanista cornuta di clinton. Amici di RC lasciatemelo dire!

  18. luciano pranzetti ha detto:

    Vi rendete conto che Giorgio Napolitano, nonagenario totem del purtroppo vegeto PCI, ha definito la vittoria di D. Trump “uno degli eventi più sconvolgenti della storia del suffragio universale”?. E ha ragione, perché la democrazia e il diritto elettorale lui, da perfetto comunista, non l’ha mai riconosciuti avendo preferito imporre al popolo italiota tre governi abusivi.

    • ulysse ha detto:

      Non ho seguito Napolitano, non ho la TV, ma l’unico evento sconvolgente della storia del suffragio universale e’ stata la sua rielezione, non prevista dalla Costituzione. Qualcuno dovrebbe dirglielo

  19. terranuova ha detto:

    La seconda presumerei… tutti salgono sul carro del vincitore, lorsignori dicon e pensan dato che loro fan così. C’è solo Nostro Signore e color che si accorgon d’esser stati imbrogliati a far crollar i loro castelli. Dio tutto può.

  20. Giustina ha detto:

    La vittoria di Trump è chiaramente un miracolo avvenuto grazie alla preghiera del S. Rosario.
    La S. Vergine Aiuto dei Cristiani, così come nella Battaglia di Lepanto, ci è venuta in soccorso: spero che il Presidente Trump lo venga a sapere!
    Spero anche che qualcuno gli consigli di esorcizzare l’intero edificio della Casa Bianca dal momento che è stato okkupato per molti anni da esseri biologicamente viventi che data la loro indole guerrafondaia, abortista, satanico-mondialista, hanno lasciato dei pericolosi residui nelle stanze.
    Ora caro Presidente si guardi bene alle spalle da tutti, noi cattolici continueremo a pregare per Lei e per Putin: un’altro grande Presidente donato dal Cielo per questi terribili momenti della storia. Un tempo questo compito era assolto dalla Chiesa Cattolica, che le stesse forze satanico-mondialiste, con il favore di TUTTI i papi postconciliari è stata ridotta a macerie così come hanno ridotto la nostra AMATA Italia da 70 anni è okkupata dalle stesse forze occulte che ci hanno imposto gli ultimi governi.
    Maria Aiuto dei Cristiani Ora Pro…

    • Raffaele ha detto:

      Sì – si tratta di un fatto che ha chiare connotazioni soprannaturali.
      Il passaggio importantissimo avvenuto ieri è quello dal
      “Possibile ostinarsi con Croci e nascite di bambini? L’essere umano va liberato definitivamente da ogni LIMITAZIONE: è evidente ! ” al
      “La Realtà, con tutti i suoi LIMITI, è infinitamente più positiva e interessante delle Piramidi costruite dagli Illuminati ! “.

      Analogamente, Lepanto fu il “Cristo e la Madonna ci servono a vivere, la Mezzaluna a morire. E noi vogliamo vivere! “

      • Giustina ha detto:

        Gentile Raffaele d’accordo con lei.

        Oggi come allora….Lepanto e l’intercessione della Santa Vergine,
        la fede e la preghiera,
        la voglia di liberarci da questi mostri biologicamente viventi….. hanno dimostrato che NON DOBBIAMO SCORAGGIARCI e che la lotta, anche se impari, alla fine avrà il VINCITORE GESU’ CRISTO NOSTRO SIGNORE E NOSTRO DIO con a fianco la Sua e nostra amatissima Regina della Terra e del Cielo nonchè Aiuto dei Cristiani!!

        Preghiamo perchè come scrive “Cristiano doc” con la vittoria di Trump la guerra è appena cominciata e dobbiamo affilare le nostre Armi Soprannaturali sperando che non ci costringano anche a quelle convenzionali ……

    • IL CAMERATA ha detto:

      Comunque Trump, con tre mogli al seguito, non è che sia un grande esempio di moralità pubblica….dire che è un adultero è proprio il minimo! Rispetto alla strega costituisce IL MENO PEGGIO, ma uno che vive da risposato civilmente vive in costante peccato mortale; siamo sicurissimi che goda della protezione del Cielo? Un pò come quando si votava Berlusconi, bisognava turarsi il naso. Nonostante ciò: Viva Trump!

      • Raffaele ha detto:

        Caro Camerata, le guerre di sopravvivenza della Cristianità contro gli aggressori “cha avevano in tasaca la Ricetta Finale” (Musulmani, Protestanti, Philosophes, Comunisti…) non sono MAI state condotte nel segno di “Noi siamo buoni”.
        Le Crociate, ad esempio, erano spessissimo “opere penitenziali”: “siccome NON sono stato buono, vado in Crociata… senza sapere se tornerò”.

        Il punto è la caratterizzazione dell’aggressore: se mi attacca per rubarmi un pollo, magari è solo un vicino un po’ rude; se mi attacca per togliermi Cristo, è un assatanato. Sempre conservando l’ auto-limitazione del giudizio sulle coscienze: “si muove per motivi satanici; Dio poi lo giudicherà. Io desidero continuare a vivere sotto le Croci, e non essere spazzato via o diventare una larva in una terra desolata, trattata con il napalm” (vedi Pucci)

  21. riccardo ha detto:

    1- I sondaggi sono sempre 2: quelli farlocchi da dare in pasto alla plebe, che con ottusa pervicacia si ritiene, stupidamente, si possa orientare e quelli veri che gli interessati tengono ben nascosti nei loro cassetti;
    2- Il più grande sconfitto di queste elezioni USA è BERGOGLIO il quale si è posto come padre “morale” e “spirituale” del pensiero unico dei CATTOFINTICOMUNISTI (cioè finti cattolici e perfino finti comunisti);
    3- La ridicola e patetica messa in scena dei GIORNALAI italiani i quali non hanno capito nulla PRIMA e pretendono di spiegarci il DOPO;
    4- Il solito clichè DEMOCRATICO secondo cui quando vincono loro la gente HA CAPITO e quando vincono gli altri il popolo è bue e gli elettori dei loro avversari sono INCOLTI, NON LAUREATI, VECCHI, RAZZISTI, XENOFOBI, OMOFOBI e pure BRUTTI;
    5- Le vergognose dichiarazioni, da reo confesso, dell’EMERITO NAPOLITANO: “UNO DEGLI EVENTI PIU’ SCONVOLGENTI DELLA STORIA DEL SUFFRAGIO UNIVERSALE”. Uno che ha violentato la COSTITUZIONE con veri e propri colpi di stato mettendo a capo del governo personaggi mai eletti da nessuno…

  22. riccardo ha detto:

    6- I “PROGRESSISTI” che si riempiono la bocca di DEMOCRAZIA, COSTITUZIONE, POPOLO SOVRANO e via dicendo, nella realtà calpestano tutto questo a tutte le latitudini e longitudini (Obama ha fatto moltissimi decreti, soprattutto in materia di immigrazione, in spregio alla contrarietà del congresso);
    7- la stupida quanto ridicola associazione dei partiti americani alla sinistra o destra della concezione italiana. In USA prima di essere Democratici o Repubblicani sono AMERICANI. In Italia prima di essere ITALIANI sono di parte. La loro.

    Ho una speranza, sono così beceri e ottusi che si sono spinti e stanno continuando a fare cose cose inenarrabili che, anche in società ricche e opulente come quella americana stanno provocando la ribellione, questa si DEMOCRATICA, della maggioranza delle persone, forse questo avverrà anche in Italia il 4 dicembre p.v.
    Se davvero Trump e Putin faranno squadra e le prox elez. francesi, austriache e tedesche daranno risultati di “pancia”, ne vedremo delle belle.
    Saluti.

  23. moira ha detto:

    avete dimenticato di nominare john podesta….lodiamo il Signore doppiamente quindi!!!!

  24. Enzo Ricciardi ha detto:

    Chissà perché, parlando con un amico, ieri sera, ho proprio manifestato lo stesso timore! Speriamo che non l’ammazzano .Che Dio ce la mandi buona.

  25. IL CAMERATA ha detto:

    In queste ore i sinistri sostenitori di Killary la strega abortista,stanno organizzando grandi manifestazioni (antifasciste?) nelle città americane per condannare l’elezione del “nuovo Pinochet” e soprattutto per sfogare la loro rabbia per l’inaspettata sconfitta,poiché consideravano la vittoria come un loro diritto irrinunciabile.Faccio solo questa considerazione:se avesse vinto la donna,i sostenitori di Trump avrebbero organizzato analoghe manifestazioni più o meno “pacifiche” per contestare l’elezione della strega o avrebbero accettato in silenzio la sconfitta?Credo che avrebbero accettato la Clinton senza protestare e questo la dice molto lunga sulle diverse mentalità che caratterizzano da sempre,da una parte i sinistrati e dall’altra i moderati conservatori.Per i sinistrati il concetto di democrazia vale solo se hanno la vittoria in tasca,ma se vengono sconfitti non riescono a mandarla giù,perché ciò è tipico del DNA dei socialcomunisti di ogni tempo e di ogni nazione,italiani come americani.Vedrete quando perderanno il referendum come reagiranno!

    • claudia ha detto:

      L’ho pensata allo stesso modo.

    • riccardo ha detto:

      sinistro: di cattivo augurio, infausto, avverso: presagi s., tempi s.; bieco, minaccioso: uno sguardo sinistro.; preannunciatore di danni o sventure: un suono sinistro.; lugubre, terrificante.
      “un sinistro spettacolo di morte e di rovine”

  26. nicola ha detto:

    Diffidare,diffidare,diffidare dell’informazione di REGIME. Ed infatti io leggo Riscossa Cristiana ed i pochi altri siti Cattolici doc (tra cui appunto quello di Maurizio Blondet) e leggo Il Timone. Gli altri media demokratici con me si attaccano.

  27. nicola ha detto:

    Per Maria Teresa. Ed adesso preghiamo il S. ROSARIO per l’Italia perche i NO al REFERENDUM li sommergano e li mandino a casa e perché alle prossime elezioni per il Presidente in Austria il popolo scelga bene…Non c’è problema che con il Santo Rosario non possa essere risolto disse la Madonna a Suor Lucia.In Austria dopo l’INVASIONE dei Sovietici con truppe e carri armati un Frate Cappuccino girò per tutta l’Austria per trovare persone che recitassero il Santo Rosario nell’arco di 24 ore e ne trovò cinquecentomila su 5 milioni di austriaci di allora. L’esercitoso sovietico se ne andò via dopo sei mesi di preghiere e senza una ragione e senza dare spiegazioni. Mai successo chei sovietici si siano ritirati pacificamente da una nazione occupata. Forza e coraggio. Perché la Redazione di R.C. non lancia un appello in merito ? Grazie.

  28. nicola ha detto:

    Per Alessandro2. Avevi chiesto notizie su una buona radio Cattolica. Ti consiglio invece un Santo Sacerdote che nella sua umiltà e predicazione ed umorismo mi dà l’idea di un San Giovanni Bosco. Si chiama Don Leonardo Maria Pompei e le sue prediche,omelie,spiegazioni del Catechismo,direzione spirituale,le puoi trovare in video su youtube e gloria tv. Le puoi trovare TUTTE QUANTE (un numero incredibile) sul sito (meraviglioso) della sua Parrocchia( www Parrocchia San Michele eu ) in file audio mp3. Provare per credere. Mi ringraziarai. Nicola.

    • Raffaele ha detto:

      Tutto il materiale di don Leonardo è “migrato” adesso su donleonardomariapompei.it .
      Lui è stato spostato a Sermoneta, sempre presso Latina, ma in mezza montagna

    • Vincenzo ha detto:

      Ho avuto la fortuna di ascoltarlo anche io e da tempo ne apprezzo la capacità oratoria e la sana dottrina: lo consiglio caldamente a tutti

  29. Vittoria ha detto:

    Nicola c’è anche “Radio del Buon Consiglio”, (dedicata alla Madonna del Buon Consiglio) ed è davvero fedele alla Parola del Vangelo,l’ha fondata padre Stefano Manelli, eletto figlio spirituale di Padre Pio.
    La gestiscono le suorine dell’Immacolata,io quando sono a NA,l’ascolto volentieri,qui al Nord,solo su Internet,purtroppo è una radio povera, non come R. Maria che prende soldi da RM!
    Cmq se vuoi un assaggio clicca su google radio del buon consiglio.
    Spero di esserti stata di aiuto.

  30. Vittoria ha detto:

    Interessantissimo il commento di Riccardo.grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili

Motivi di riflessione dalle elezioni americane – di Paolo Deotto