29 agosto, Martirio di San Giovanni Battista

Il 29 agosto la Chiesa celebra il martirio di San Giovanni Battista, il precursore di Gesù, decapitato da re Erode.

Figura tanto importante, San Giovanni Battista è l’unico santo di cui viene ricordata sia la nascita che la morte. Il suo martirio, avvenuto per volontà del re Erode avvenne per decapitazione e il 29 agosto viene chiamato anche il giorno di San Giovanni decollato.

martirio san giovanni battista
Martirio di San Giovanni Battista (Facebook) riscossacristiana.it

La celebrazione di oggi ha origini molto antiche, sembra sia nata in Francia nel V secolo e diffusasi poi a Roma nel secolo successivo.

È legata alla dedicazione della chiesa edificata a Sebasta in Samaria su quello che è il presunto sepolcro di Giovanni Battista.

Secondo il Martirologio romano la data del 29 agosto corrisponde a quella del ritrovamento della testa del Santo che fu portata nella chiesa di San Silvestro in Campo Marzio a Roma.

La vita di San Giovanni Battista può essere ricostruita tramite il racconto dei Vangeli e della tradizione. Della sua nascita miracolosa da Zaccaria ed Elisabetta, ormai in lè con gli anni, che avevano atteso l’arrivo di un figlio per molto tempo al suo ruolo di precursore del Signore.

Giovanni era detto il Battista perché predicava e battezzava con acqua proponendo penitenza, anticipando e preparando la strada al Messia, che avrebbe battezzato in Spirito Santo e fuoco.

La decollazione di San Giovanni Battista, testimone della verità

Sulla sua vita condotta in modo ascetico con lunghi periodi trascorsi nel deserto, si hanno notizie da varie fonti.

martirio san giovanni battista
San Giovanni Battista viene decapitato (Facebook) riscossacristiana.it

Conosciuto per la sua attività di predicatore Giovanni denunciò pubblicamente la colpa di re Erode Antipa, il quale conviveva con Erodiade, la moglie di suo fratello.

Giovanni affermò che tale condotta non era lecita e a quel punto Erodiade decise di farlo morire. Istigò Erode e prima lo fece imprigionare, poi escogitò un modo per farlo uccidere.

Durante un banchetto a corte era presente anche Salomè, la figlia di Erodiade e nipote di Erode. La ragazza si mise a danzare in modo lascivo e la sua danza irretì il re che ammaliato dalla giovane le disse di chiederle qualsiasi cosa che gliela avrebbe concessa.

Allora Erodiade, ordinò a sua figlia di chiedergli la testa di Giovanni Battista su un piatto d’argento. Erode, anche se sorpreso da questa richiesta la accontentò.

Fu così che Giovanni Battista fu decapitato e la sua testa du portata in un vassoio d’argento alla ragazza che la diede alla madre, la quale esultò per essersi vendicata dell’affornto subito.

Sembra che la morte di San Giovanni Battista avvenne nell’anno 31 o 32, poco prima della Passione e morte di Gesù.

martirio san giovanni battista
San Giovanni Battista viene ucciso per decapitazione (Facebook) riscossacristiana.it

Circa la datazione e quindi gli anni che aveva Signore quando è morto gli studiosi hanno molto dibattuto ma sono giunti ad una conclusione che può dirsi certa.

Impostazioni privacy