GMG Lisbona 2023: come sarà ricordata

Tracciando un bilancio della GMG di Lisbona 2023 appena conclusa ecco le cose per cui sarà ricordata in futuro.

Si è conclusa domenica 6 agosto la Giornata Mondiale della Gioventù che si è tenuta a Lisbona da giorno 1. Si è trattato della 38 esima edizione da quando è stata istituita da San Giovanni Paolo II negli anni ’80.

cosa rimane gmg
Papa Francesco e i ragazzi alla GMG – Facebook- riscossacristiana.it

In tutti questi anni ci sono state edizioni storiche che hanno lasciato un segno particolare, come quella del 2000 a Roma.

Ma ogni GMG lascia un segno e getta un seme per il futuro, per i giovani che sono la speranza per i giorni che verranno. 

Sono stati diversi i momenti salienti di qeusta edizione: tutti vissuti da Papa Francesco che ha voluto fare, come lui stesso ha ammesso nella consueta intervista dei giornalisti presenti in aereo nel viaggio di ritorno, brevi interventi, perché i giovani hanno una soglia di attenzione che dopo un pò scompare.

Nei suoi brevi discorsi intrisi di insegnamenti semplici e alla portata di tutti quanto a comprensione, il Pontefice ha insistito sui temi che gli stanno tanto a cuore.

Dalla vita scartata alla chiesa accogliente con le porte aperte per tutti, anzi, “senza porte” come lui stesso ha affermato.

Il “non abbiate paura” di Giovanni Paolo II nelle parole di Francesco

Soprattutto è sembrato riecheggiare l’incoraggiamento, l’esortazione forte e appassionata che San Giovanni Paolo II ha voluto fare a tutti i fedeli nell’indimenticabile e storica omelia di inizio pontificato nel 1978, quando ha detto non abbiate paura“.

cosa rimane gmg
GMG 2023 – Facebook – riscossacristiana.it

E ha elencato dettagliatamente tutto ciò di cui non bisogna aver paura ma lanciarsi nel seguire Gesù Cristo. Così anche Papa Francesco ha ripreso le parole del suo predecessore e ha rivolto ai giovani lo stesso appello: “non temete, non abbiate paura“.

Più volte in tutti gli anni del suo pontificato Francesco ha esortato i ragazzi a “non lasciarsi rubare la speranza“. Adesso continua ad invitarli ad avere coraggio e a non temere per abbattere il clima di incertezze, sconforto, precarietà, delusione, rabbia, depressione che domina la società e in particolare il mondo giovanile.

La GMG di quest’anno è stata la prima del periodo post-pandemia e va a rispondere a ragazzi che hanno subito inevitabilmente lo stress e le fatiche degli anni pandemici.

La desolazione che ha generato la pandemia di Covid è ancora in gran parte da eliminare e l’incoraggiamento fatto ai giovani ci sta proprio tutto.

Il pessimismo deve essere scacciato con la fede nell’amore di Dio, che ama tutti, indistintamente e da questo sentirsi amati viene la vita vissuta in pienezza.

cosa rimane gmg
Papa Francesco e i ragazzi alla GMG – Facebook- riscossacristiana.it

I giovani andati da ogni parte del mondo a Lisbona adesso ne sono consapevoli, gli è stato detto, annunciato. La semina è stata fatta ora bisogna solo vedere quali saranno i frutti, che come tutte le semine hanno bisogno del terreno buono per poter fruttificare.

Impostazioni privacy